Festa della musica 2007
lunedì 11 giugno 2007, 22:43
Filed under: Festa della musica,Musica

volantino-2007.jpg

Anche quest’anno la Festa della Musica dell’Arci avrà come titolo “Liberiamo la Musica” per continuare a chiedere che governo e istituzioni si impegnino per promuovere provvedimenti che sostengano la musica come Bene Comune.

Liberare la musica vuole dire anche dare la possibilità ai giovani creativi di valorizzare le loro opere utilizzando tutti gli strumenti possibili: i luoghi della musica live, il web, la discografia indipendente, etc. Per questo c’è bisogno di elaborare provvedimenti che semplifichino le normative in vigore, che affrontino il riordino di Enpals e Siae, che accompagnino lo sforzo di alcuni Ministeri nella direzione del sostegno alla creatività giovanile.

Bisogna dare gli strumenti a chi vuole ospitare musica live, come i nostri circoli, per potenziare l’offerta e semplificare e rendere maggiormente trasparenti gli adempimenti amministrativi. Più spazi per la musica, più musica per tutti, più domanda di musica. Anche la tutela del diritto d’autore deve diventare una opportunità per i giovani creatori, per non viverla solo come un balzello per ogni attività culturale. C’è bisogno di promuovere nuove forme di tutela, più trasparenti, eque e flessibili. Per questo sosteniamo il progetto dei Creative Commons e la diffusione di progetti di copyleft.

Vi ricordiamo che abbiamo anche aderito all’appello promosso da Audiocoop (www.audiocoop.it) per lo sciopero radiofonico del 21 giugno contro il sistema delle playlist imposte alle radio dalle majors della discografia.

La festa, organizzata dal Comune di San Canzian d’Isonzo, il Centro Giovani di Pieris ed il circolo ARCI “E. Curiel” di San Canzian d’Isonzo, con il contributo della Provincia di Gorizia, si terrà a Pieris presso il Centro Giovani, nelle serate del 22, 23 e 24 giugno 2007, con il seguente programma:

ven 22 giugno
HI-PER GREASE • ska core
HAZE • rock cover band
DENOISER • rock cover band

sab 23 giugno
C-SIDE • rock italiano
E-TRAIN • blues
SLAPOFSOUND • pop rock

dom 24 giugno
SANTOSH • teatro di strada
BLACK RAVEN • metal
FOOLISH WIFES • punk rock

con la partecipazione del LABORATORIO SPERIMENTALE DANZA

c-side_1.jpg

C-Side

e-train.jpg

E-Train
La musica del gruppo affonda le sue radici nella musica nera americana, in particolare nei generi *Blues* e *Soul* che si accomunano nelle
passioni di ciascuno dei componenti, senza disdegnare contaminazioni da parte di altri generi musicali. Su questa base, partendo all’esecuzione dei classici (per favore, nel /blues/ non parliamo di /cover/!!! ), il gruppo ha acquistando una propria personalità, riuscendo a portare verso sonorità proprie anche brani di origine molto diversa.

slapofsound_1.jpg

Slap Of Sound
Il gruppo si è formato nel febbraio 2005. Come spesso accade gli elementi hanno esperienze e gusti musicali molto diversi ed è proprio questa varietà di stili che porta ad una particolare sonorità, melodica ed energica al tempo stesso. Da qui la scelta del nome, schiaffo sonoro, che vuole sottolineare la personalità di ogni brano, caratterizzata da una dinamica crescente ed accattivante.

santosh_420.jpg

Santosh
Amilcare Dolimano in arte Santosh nasce come giocoliere e fantasista nel 1982 a Londra dopo aver partecipato a vari seminari di giocoleria. Nel 1987 è membro del Collegio dei Direttori dell’EJA (Europeean Joggler’s Association). Ha partecipato a numerose convenzioni internazionali di giocolieri tra cui Francoforte, Saint, Breford. E’ stato l’ispiratore e uno degli organizzatori del 1 meeting internazionale di giocolieri a Verona. E’ presidente dell’Associazione Italiana Giocolieri. Giocoliere fantasista svolge giochi di destrezza quali: palle, clave, piatti rotanti, bastone del diavolo, torce infuocate, mattoni, origami, cerchi. Santosh trova nell’arte della giocoleria un proficuo equilibrio tra mente e corpo. Spesso chiede la collaborazione del pubblico rendendolo protagonista con semplici e divertenti giochi. Lo spettacolo un po’ buffo un po’ romantico, un po’ di suspence e un po’ magico, ruba sorrisi dai 0 ai 100 anni.


Nessun Commento, fino ad ora
Lascia un commento



Lascia un commento
(A capo e separazione tra i paragrafi automatici, l’ indirizzo e-mail non verrà mostrato)

(obbligatorio)

(obbligatorio)




arci