Solaris – 01.02.2008
domenica 27 gennaio 2008, 13:36
Filed under: Cinemapiù 25,Video

Solaris   URSS   1971   165’
di: Andrej Tarkovskij
con: Natalja Bondarcuk, Donatas Banionis, Jurij Jarvet, Anatolij Solonicyn, Nikolaj Grin’ko, Vladimir Dvorzeckij

Uno psicosociologo arriva sulla stazione spaziale in orbita attorno al pianeta Solaris per indagare sui misteriosi fenomeni che vi avvengono e che coinvolgono gli scienziati a bordo: su Solaris c’è un oceano che pensa. Dal romanzo (1961) del polacco Stanislaw Lem, eminente fautore della problematica del dubbio nella fantascienza, il 3o film di A. Tarkovskij è un’avventura della coscienza più che della conoscenza, un’opera di fantacoscienza (C. Cosulich) in cui il cosmo corrisponde al subconscio umano: su Solaris gli astronauti sono alle prese con gli “ospiti” del proprio passato, proiezioni materializzate della loro memoria e del loro inconscio. Angoscioso, ossessivo nel suo ritmo lento, enigmatico, il film ha un potere ipnotico che inchioda lo spettatore allo schermo con immagini che non si erano mai viste nel cinema, di fantascienza e non.
Il Morandini 2005

solaris.jpg

Commenti disabilitati


Giornata della memoria 2008 – 30.01.2008
domenica 27 gennaio 2008, 13:30
Filed under: Video

Comune di San Canzian d’Isonzo
Sezione ANPI San Canzian d’Isonzo
Consorzio Culturale del Monfalconese 
ARCI E. Curiel

presentano

Mercoledì 30 gennaio alle ore 20.30
presso la sala maggiore del Centro Civico Primo Levi a San Canzian d’Isonzo
per la Giornata della Memoria 2008 
la proiezione dei documentari:

Mi Ricordo
Pamietan di Andrzej Wajda
Un gruppo di persone in marcia fra Auschwitz e Birkenau. È la “Marcia dei vivi”, alla quale prendono parte giovani provenienti da tutto il mondo ogni 19 Aprile, anniversario della rivolta del Ghetto di Varsavia, scelto da Israele per celebrare lo “yom ha shoah”, il “giorno del ricordo della catastrofe”. Wajda, figlio di un ufficiale di cavalleria perito in guerra, utilizza le immagini di questi giovani, i loro volti muti e assorti, per legare assieme le testimonianze di quattro sopravvissuti al ghetto. Spesso l’emergere dell’emozione legata al ricordo obbliga l’anziano testimone a una pausa, nella quale si inserisce il volto di un giovane cui è idealmente consegnata la memoria.

Alcuni Che Vissero
Algunos Que Vivieron
di Luis Puenzo
Le testimonianze dei sopravvissuti all’Olocausto che oggi vivono in Argentina, Cile e Uruguay. Il loro particolare rapporto con la storia della nuova patria. Il paradosso di trovarsi a vivere in quello stesso paese che nel dopoguerra dava ospitalità a tanti dei loro ex carnefici nazisti. La dittatura che negli anni Settanta sembrava far rivivere quei tempi oscuri. Nel marzo ’92 l’attentato dinamitardo all’ambasciata israeliana di Buenos Aires provoca 29 vittime; segue quello all’AMIA, principale associazione della comunità ebraica, dove muoiono 86 persone. I colpevoli sono ancora ignoti, ma le voci parlano di coinvolgimenti della polizia…

mi-ricordo.jpg

Commenti disabilitati


l’ arte del sogno – 18.01.2008
domenica 13 gennaio 2008, 00:07
Filed under: Cinemapiù 25,Video

La science des rêves   Fr.-It.   2006   105’
di: Michel Gondry
con: Gael García Bernal, Charlotte Gainsbourg, Alain Chabat, Miou-Miou

Celebre per i suoi clip, che hanno sovvertito l’estetica del genere, nel 2004 il franco-newyorkese Michel Gondry ci sorprese con una commedia amara insolitamente creativa interpretata da Jim Carrey, “Se mi lasci ti cancello”. L’arte del sogno è il suo primo film girato in Francia e, per l’occasione, Gondry ha inteso non negarsi nulla. Ne ha fatto un po’ la summa del suo surrealismo postmoderno, viaggiando continuamente sul confine tra realtà e sogno e abbandonandosi a una moltitudine di piste in totale libertà. La traccia aneddotica è sottile. Stéphane Miroux giunge dal Messico a Parigi, dove la madre gli ha trovato lavoro come illustratore presso una fabbrica di calendari. Si scopre presto innamorato di Stéphanie, la vicina di pianerottolo con la quale condivide la dote della creatività. Però il giovane, troppo refrattario alla banalità del quotidiano, riesce a vivere solo attraverso i propri sogni. Troverà la chiave per farsi amare dalla vicina? È più che evidente che il regista ha proiettato nel personaggio la propria immaginazione di adulto regressivo, che reinterpreta il mondo attraverso uno spirito di eterno bambino. Così facendo, gli permette di volare tra nubi di cotone e di visitare luoghi inesplorati, ma lo condanna anche a un’inettitudine patologica all’amore e al mondo reale. Risultato bizzarro, affascinante, euforico e melanconico insieme. Con le scenografie è stata allestita una mostra, a New York e a Milano.
la Repubblica, Roberto Nepoti

l-arte-del-sogno.jpg

Commenti disabilitati


cinemapiù 2008
mercoledì 02 gennaio 2008, 19:17
Filed under: Video

Inizia venerdi’ 18 gennaio presso la sala maggiore del centro civico Primo Levi di San Canzian d’Isonzo la programmazione 2008 di cinemapiu’, ecco il programma:
locandina.jpg

TRA SOGNO E REALTA’
18-01-08 L’ARTE DEL SOGNO
01-02-08 SOLARIS
15-02-08 APRI GLI OCCHI
29-02-08 NIGHTMARE DETECTIVE

GRAND HOTEL
14-03-08 GRAND HOTEL
28-03-08 LOST IN TRANSLATION
11-04-08 SHINING
24-04-08 PICCOLI AFFARI SPORCHI
09-05-08 PSYCHO
23-05-08 LE CONSEGUENZE DELL’AMORE
06-06-08 LE VACANZE DI MONSIEUR HULOT

arte-del-sogno-1.jpg

tutte le proiezioni inizieranno alle ore 21.00 e saranno ad ingresso libero: vi chiediamo solo di sostenerci richiedendo la tessera di socio annuale

Commenti disabilitati



arci