Festa della Musica – Ruda 08.07.07
lunedì 25 giugno 2007, 20:20
Filed under: Arci

La festa della musica dell’ Arci continua a Ruda l’8 luglio con la serata finale del concorso musicale Musicarci, con l’esibizione dei 5 gruppi finalisti della selezione effettuata da esperti del settore, musicisti e giornalisti: vi ricordiamo che i gruppi finalisti si spartiranno un montepremi per un valore complessivo di 1.800 euro (in strumenti musicali).



Festa della Musica 2007 – 22.06.07
sabato 23 giugno 2007, 17:51
Filed under: Festa della musica,Musica

E’ iniziata sotto i migliori auspici la Festa di quest’anno: una buona partecipazione di pubblico, che ha assistito all’esibizione dei gruppi della prima serata.

Di seguito alcune foto

haze.jpg
Haze

denoiser.jpg
Denoiser

 hi-per_grease.jpg
Hi-Per Grease



Festa della musica 2007
lunedì 11 giugno 2007, 22:43
Filed under: Festa della musica,Musica

volantino-2007.jpg

Anche quest’anno la Festa della Musica dell’Arci avrà come titolo “Liberiamo la Musica” per continuare a chiedere che governo e istituzioni si impegnino per promuovere provvedimenti che sostengano la musica come Bene Comune.

Liberare la musica vuole dire anche dare la possibilità ai giovani creativi di valorizzare le loro opere utilizzando tutti gli strumenti possibili: i luoghi della musica live, il web, la discografia indipendente, etc. Per questo c’è bisogno di elaborare provvedimenti che semplifichino le normative in vigore, che affrontino il riordino di Enpals e Siae, che accompagnino lo sforzo di alcuni Ministeri nella direzione del sostegno alla creatività giovanile.

Bisogna dare gli strumenti a chi vuole ospitare musica live, come i nostri circoli, per potenziare l’offerta e semplificare e rendere maggiormente trasparenti gli adempimenti amministrativi. Più spazi per la musica, più musica per tutti, più domanda di musica. Anche la tutela del diritto d’autore deve diventare una opportunità per i giovani creatori, per non viverla solo come un balzello per ogni attività culturale. C’è bisogno di promuovere nuove forme di tutela, più trasparenti, eque e flessibili. Per questo sosteniamo il progetto dei Creative Commons e la diffusione di progetti di copyleft.

Vi ricordiamo che abbiamo anche aderito all’appello promosso da Audiocoop (www.audiocoop.it) per lo sciopero radiofonico del 21 giugno contro il sistema delle playlist imposte alle radio dalle majors della discografia.

La festa, organizzata dal Comune di San Canzian d’Isonzo, il Centro Giovani di Pieris ed il circolo ARCI “E. Curiel” di San Canzian d’Isonzo, con il contributo della Provincia di Gorizia, si terrà a Pieris presso il Centro Giovani, nelle serate del 22, 23 e 24 giugno 2007, con il seguente programma:

ven 22 giugno
HI-PER GREASE • ska core
HAZE • rock cover band
DENOISER • rock cover band

sab 23 giugno
C-SIDE • rock italiano
E-TRAIN • blues
SLAPOFSOUND • pop rock

dom 24 giugno
SANTOSH • teatro di strada
BLACK RAVEN • metal
FOOLISH WIFES • punk rock

con la partecipazione del LABORATORIO SPERIMENTALE DANZA

c-side_1.jpg

C-Side

e-train.jpg

E-Train
La musica del gruppo affonda le sue radici nella musica nera americana, in particolare nei generi *Blues* e *Soul* che si accomunano nelle
passioni di ciascuno dei componenti, senza disdegnare contaminazioni da parte di altri generi musicali. Su questa base, partendo all’esecuzione dei classici (per favore, nel /blues/ non parliamo di /cover/!!! ), il gruppo ha acquistando una propria personalità, riuscendo a portare verso sonorità proprie anche brani di origine molto diversa.

slapofsound_1.jpg

Slap Of Sound
Il gruppo si è formato nel febbraio 2005. Come spesso accade gli elementi hanno esperienze e gusti musicali molto diversi ed è proprio questa varietà di stili che porta ad una particolare sonorità, melodica ed energica al tempo stesso. Da qui la scelta del nome, schiaffo sonoro, che vuole sottolineare la personalità di ogni brano, caratterizzata da una dinamica crescente ed accattivante.

santosh_420.jpg

Santosh
Amilcare Dolimano in arte Santosh nasce come giocoliere e fantasista nel 1982 a Londra dopo aver partecipato a vari seminari di giocoleria. Nel 1987 è membro del Collegio dei Direttori dell’EJA (Europeean Joggler’s Association). Ha partecipato a numerose convenzioni internazionali di giocolieri tra cui Francoforte, Saint, Breford. E’ stato l’ispiratore e uno degli organizzatori del 1 meeting internazionale di giocolieri a Verona. E’ presidente dell’Associazione Italiana Giocolieri. Giocoliere fantasista svolge giochi di destrezza quali: palle, clave, piatti rotanti, bastone del diavolo, torce infuocate, mattoni, origami, cerchi. Santosh trova nell’arte della giocoleria un proficuo equilibrio tra mente e corpo. Spesso chiede la collaborazione del pubblico rendendolo protagonista con semplici e divertenti giochi. Lo spettacolo un po’ buffo un po’ romantico, un po’ di suspence e un po’ magico, ruba sorrisi dai 0 ai 100 anni.



Il 21 giugno liberiamo la musica!
domenica 10 giugno 2007, 23:18
Filed under: Arci

il 21 giugno avvicina la Musica!
In vista della Festa della Musica dell’Arci, aderiamo allo sciopero delle Radio

La musica è in crisi! Così lamentano molti operatori del mercato discografico mondiale. Soprattutto le major, le grandi aziende transnazionali della produzione di supporti discografici. Sappiamo bene che le cose non stanno proprio così. La creatività musicale, soprattutto quella giovanile è esplosa. Nuove tecnologie, a basso costo e accessibili a chiunque, consentono a tanti artisti di esplorare innovativi percorsi produttivi. Sul web si scambia di tutto. Si promuove di tutto. E spesso con grande successo di pubblico. Addirittura si delineano nuovi scenari per la tutela, sacrosanta, del diritto d’autore. Che non può essere però solo un balzello ma deve diventare motore del moltiplicarsi di esperienze creative.
L’Arci si sta cimentando nella elaborazione di nuove strategie per “liberare la musica”. Vogliamo promuovere i creative commons (la tutela del diritto d’autore a “geometria variabile”) anche per spingere la SIAE a innovare e aprirsi al contributo vero dei giovani talenti. Chiediamo normative per la fruizione della musica live, che siano meno vessatorie, più semplici e flessibili. Vogliamo che anche il settore della produzione discografica (che spesso non coincide affatto con la creatività musicale), oltre a cercare di acquisire fondi pubblici per mantenere posizioni dominanti, accetti la grande sfida delle nuove tecnologie come fattore di diffusione e non come pericolo da contrastare con l’invenzione di diavolerie informatiche di controllo, al limite dell’aggressione alla privacy (vedi il fantomatico DRM).
Per questi motivi e per molti altri che saranno al centro di numerosi appuntamenti culturali che si svolgeranno quest’anno, in occasione del cinquantenario dell’Arci, aderiamo all’appello di Audiocoop che lancia lo sciopero dell’ascoltatore radiofonico.
Sono centinaia le radio indipendenti, quelle comunitarie, quelle che trovi sulla rete, che programmano la loro musica dando spazio a musiche emergenti, ai giovani artisti, ai musicisti migranti che hanno fatto del nostro paese la loro patria culturale.
Per un giorno, il 21 giugno, ascoltiamo solo queste radio. Dobbiamo fare ogni sforzo per aprire i canali di promozione e diffusione musicali al maggior numero di operatori, profit e non profit. Chiediamo ai grandi network radiofonici se il prezzo che pagano alla ricerca del massimo dividendo per i loro azionisti, non sia troppo alto se confrontato alla scarsa propensione alla promozione dei giovani talenti indipendenti. Sappiamo tutti che il gusto musicale e la curiosità culturale, possono essere o meno pilotati dalle martellanti playlist radiofoniche.
Il 21 giugno, giornata che ogni anno l’Arci dedica alla Festa della Musica ormai da molti anni, saremo in tanti a chiedere che i diritti e le diversità culturali, siano davvero un bene comune.



Pizzicata – 08.06.07
venerdì 08 giugno 2007, 23:36
Filed under: Cinemapiù 24,Video

Italia-Germania   1996   91’

di: Edoardo Winspear
con: Cosimo Cinieri, Fabio Frascaro, Chiara Torelli, Lamberto Probo, Paolo Massafra, Anna Dimitri, Ines D’Ambrosio

Nel 1943, alla vigilia dello sbarco alleato nell’Italia del Sud, il pilota Tony Marciano (F. Frascaro) di un ricognitore USA, abbattuto dalla contraerea tedesca sopra il Salento, trova ricovero nella famiglia dell’agricoltore Carmine Pantaleo (C. Cinieri), riscopre le proprie radici, s’innamora di Cosima (C. Torelli), una delle tre figlie di Carmine, scatenando la gelosia del suo promesso sposo, il ricco Pasquale (P. Massafra). 1o lungometraggio del cosmopolita E. Winspeare (1965), nato e cresciuto a Depressa (Lecce). Tranne C. Cinieri, tutti interpreti non professionisti, scelti nel Salento; tutti i componenti del cast tecnico provenienti dalle scuole di cinema di Monaco, Roma, Parigi. Notevole per la capacità di costruire una storia di sentimenti fondata su un’attenta ricerca etnica e antropologica. Pizzicata – o pizzica tarantata – è un ballo paesano che mima l’amore tra uomo e donna, il duello col pugnale, il ritmo musicale convulso che porta in trance le donne morse dalla tarantola. Musiche di Jérôme Harley. Distribuito senza successo dall’Academy. 1o premio Cittadella-Fuji 1997 al Festival di Arezzo del cinema indipendente italiano.

Il Morandini 2005




arci