L’isola dei cani – venerdì 31 maggio 2019 ore 20.45
venerdì 17 maggio 2019, 22:37
Filed under: Cinemapiù 36,Video

Isle of Dogs   USA   2018   105’
di: Wes Anderson

Giappone, 2037. La crescita incontrollata del numero di cani e la diffusione di una misteriosa “influenza canina” impone al sindaco della città di Megasaki di adottare una drastica misura d’emergenza: mettere in quarantena tutti i cani del paese, segregandoli su un’isola destinata all’accumulo di rifiuti e immondizia. In seguito alla scomparsa del suo fedele Spots, un dodicenne di nome Atari Kobayashi dirotta eroicamente un piccolo aeroplano e lo pilota fino all’Isola per ritrovare il suo animale domestico. Nove anni dopo Fantastic Mr. Fox Wes Anderson torna all’animazione stop-motion, confermando una grande abilità nel maneggiare questa tecnica che richiede lunghe lavorazioni e una competenza tutt’altro che comune. Esattamente come nel film del 2009, il regista americano è abile nel conservare intatta la sua poetica (basata sulla simmetria e su uno stile visivo perfettamente riconoscibile) anche nel passaggio all’animazione, riuscendo a costruire inquadrature di grande suggestione con una messinscena geometrica e rigorosa. Particolarmente affascinanti i riferimenti al teatro kabuki nipponico (e alle stampe giapponesi, in generale), capaci di valorizzare ancor di più un lungometraggio che punta moltissimo sull’apparato formale, fin dall’eccellente prologo, e su un messaggio animalista mai forzato e, anzi, capace di diventare una metafora politica perfettamente integrata con il resto della narrazione. Immancabile la riflessione sul nucleo familiare (qui leggermente virata sul concetto del branco) e sulla ricerca identitaria propria di tutti i protagonisti delle pellicole dell’autore. … In ogni suo lavoro, Anderson ama circondarsi di un gruppo foltissimo di attori importanti, molti dei quali hanno già lavorato con lui in passato. Non fa eccezione L’isola dei cani, anche se questa volta gli interpreti hanno prestato unicamente la voce agli animali e ai personaggi in scena: tra i tantissimi nomi da segnalare, troviamo Bill Murray, Bryan Cranston, Greta Gerwig, Edward Norton, Liev Schreiber, Jeff Goldblum, Scarlett Johansson, Tilda Swinton e un breve cameo di Yoko Ono. Orso d’argento per la miglior regia al Festival di Berlino 2018, dove è stato presentato come film di apertura.
LongTake

Commenti disabilitati


The Swimmer – venerdì 17 maggio 2019 ore 20.45
venerdì 10 maggio 2019, 22:34
Filed under: Cinemapiù 36,Video

Un uomo a nudo   USA   1968   95’    v.o. inglese s/t italiano
di: Frank Perry
con: Burt Lancaster, Janice Rule, Kim Hunter, Cornelia Otis Skinner

Un uomo decide di tornare a casa bagnandosi in tutte le piscine della zona residenziale in cui vive. Ogni piscina è un ricordo del passato. Tratto da racconti brevi di John Cheever e sceneggiato da Eleanor Perry, moglie del regista, è una singolare parabola metaforica sulla caduta del “sogno americano”, in una cornice esteticamente fin troppo ricercata (esterni nel Connecticut), con un ottimo Lancaster. Girato nel 1966, fu tenuto fermo per 2 anni perché ritenuto troppo arty, troppo poco commerciale.
Il Morandini

Commenti disabilitati


The Grand Budapest Hotel – venerdì 10 maggio 2019 ore 20.45
venerdì 19 aprile 2019, 22:39
Filed under: Cinemapiù 36,Video

Grand Budapest Hotel   USA   2014   100’    v.o. inglese s/t italiano
di: Wes Anderson
con: Ralph Fiennes, Tony Revolori, F. Murray Abraham, Mathieu Amalric, Adrien Brody, Willem Dafoe, Jeff Goldblum, Jude Law, Bill Murray, Edward Norton, Saoirse Ronan, Jason Schwartzman, Léa Seydoux, Tilda Swinton, Tom Wilkinson, Owen Wilson, Bob Balaban, Fisher Stevens, Waris Ahluwalia, Harvey Keitel

Grand Budapest Hotel è un film pervaso da una forte componente nostalgica che guarda con mesta rassegnazione, attraverso diversi piani narrativi e una costruzione a scatole cinesi, ai tempi andati di cui rimane solo un commosso ricordo come eredità per i posteri. Il Gustave H. di Ralph Fiennes diventa per Anderson simbolo di quei tempi, una figura carica di virtù quanto di vizi, impeccabile, premurosa e severa, per i suoi sottoposti e soprattutto per il giovane Zero (Toni Revolori). … Un grande omaggio (anche) al cinema degli anni Trenta e a registi come Jean Renoir ed Ernst Lubitsch. Gran Premio della Giuria al Festival di Berlino 2014 e quattro premi Oscar: migliori costumi (Milena Canonero, alla quarta statuetta vinta in carriera), miglior scenografia, miglior trucco e miglior colonna sonora (Alexandre Desplat).
LongTake

Commenti disabilitati


Baisers voles – venerdì 19 aprile 2019 ore 20.45
venerdì 12 aprile 2019, 22:33
Filed under: Cinemapiù 36,Video

Baci rubati   Francia   1968   90′   v.o. francese s/t italiano
di: François Truffaut
con: Jean-Pierre Léaud, Claude Jade, Delphine Seyrig, Michael Lonsdale

Diretto nei giorni della contestazione studentesca del ‘68, nei giorni della destituzione di Henry Langlois, direttore della Cinémathèque Française a cui il film è dedicato, Baci rubati lascia in secondo piano il contesto politico per concentrarsi sulle avventure di un giovane imbranato in cerca di un lavoro, di un amore, di una strada da percorrere nella vita. Alla sua terza apparizione dopo I quattrocento colpi e l’episodio Antoine e Colette diretto nel film a episodi L’amore a vent’anni, Truffaut riprende il personaggio di Antoine Doinel interpretato dal suo attore feticcio Jean-Pierre Leaud, per raccontarci una storia intrisa di malinconica dolcezza, in cui il protagonista, alla disperata ricerca di un posto nel mondo, affronta un percorso di crescita e di maturazione interiore. …
Mymovies.it

Commenti disabilitati


Rosemary’s baby – venerdì 12 aprile 2019 ore 20.45
venerdì 05 aprile 2019, 22:28
Filed under: Cinemapiù 36,Video

Rosemary’s Baby – Nastro rosso a New York   USA   1968   136’   v.o. inglese s/t italiano
di: Roman Polanski
con: Mia Farrow, John Cassavetes, Ruth Gordon, Sidney Blackmer, Maurice Evans, Ralph Bellamy

Partendo dall’omonimo romanzo di Ira Levin, il regista riesce a tratteggiare una trama fondata su angoscia, paranoia, claustrofobia, paura e autentico terrore, svelando al mondo del cinema come l’allusione sia più efficace dell’evidenza; la raffinata arte del suggerire la presenza del Male radicato nella società risulta molto più terrorizzante di qualsiasi mostro artefatto. In una dimensione allucinatoria di rara suggestione (da antologia le sequenze oniriche, nelle quali passato, presente, realtà e fantasia si fondono e confondono), tra presenze mefistofeliche e acuta indagine psicologica in cui emergono la fragilità ma anche la natura spietata dell’Uomo, Polanski raggiunge la perfezione narrativa e formale tramite le corrosive stoccate al cattolicesimo («l’ipocrisia che si cela dietro la religione organizzata»), esaltate per contrasto dal contesto mefistofelico, e attraverso una maniacale ricerca cromatica che segue lo stato d’animo dei protagonisti. …
LongTake

Commenti disabilitati


Moonrise Kingdom – venerdì 5 aprile 2019 ore 20.45
venerdì 22 marzo 2019, 22:11
Filed under: Cinemapiù 36,Video

Moonrise Kingdom – Una fuga d’amore   USA   2012 94’   v.o. inglese s/t italiano
di: Wes Anderson
con: Jared Gilman, Kara Hayward, Bruce Willis, Bill Murray, Frances McDormand, Tilda Swinton

Fin dal suo esordio Un colpo da dilettanti, l’amore e il romanticismo hanno sempre avuto un posto speciale nelle storie raccontate da Wes Anderson. In Moonrise Kingdom questo aspetto diventa il principale motore delle vicende di tutti i personaggi coinvolti, dal momento che il film ruota intorno alla scoperta dell’amore nella sua forma più pura e semplice (anche se non mancano ammiccamenti sessuali più o meno espliciti) da parte di due pre-adolescenti, stanchi della vita che li circonda e desiderosi solo di trovare un posto tutto per loro nel mondo, il più possibile privato e incontaminato. … Contrassegnato da un ottimo ritmo e da geniali trovate visive, in particolare durante la sequenza della tempesta, è un prodotto emozionante e coinvolgente, e uno dei film più intimi di Anderson.
LongTake

Commenti disabilitati



arci