Corso ginnastica 2017-2018
giovedì 14 settembre 2017, 22:21
Filed under: Ginnastica

inizia martedì 19 settembre 2017 il
CORSO DI GINNASTICA PER ADULTI
presso la palestra della scuola elementare di San Canzian d’Isonzo:
insegnante: prof. di educazione fisica * aerobica * tonificazione con pesi * mobilità articolare * presciistica * yoga dinamico * circuit training ed altro…

ogni martedì e venerdì dalle ore 19.30 alle 20.30
iscrizioni sul posto


ginnastica

Commenti disabilitati


Festa della Musica 2017
lunedì 19 giugno 2017, 19:07
Filed under: Festa della musica,Musica

fdm 2017 volantino f

fdm 2017 volantino r

Commenti disabilitati


Burattini senza confini – sabato 17 giugno 2017 ore 18.30
venerdì 16 giugno 2017, 19:01
Filed under: Arci

A4 2017

Commenti disabilitati


La corte – venerdì 26 maggio 2017 ore 20.45
venerdì 19 maggio 2017, 22:17
Filed under: Cinemapiù 34,Video

L’Hermine   Francia   2015   98’
di: Christian Vincent
con: Fabrice Luchini, Sidse Babett Knudsen, Eva Lallier, Miss Ming, Berenice Sand

Scritto e diretto da Christian Vincent, La corte racconta la storia di Michel Racine, temuto presidente della Corte d’Assise che per la durezza delle sue sentenze è stato soprannominato ‘il presidente a doppia cifra’: con lui a capo della corte, gli imputati non rimediano mai meno di dieci anni di condanna. Tutto però cambia quando Racine ritrova Ditte Lorensen-Coteret, una donna che fa parte della giuria popolare che deve giudicare un uomo accusato di omicidio. Sei anni prima, Racine si era innamorato di Ditte quasi di nascosto e lei è l’unica donna che forse abbia mai realmente amato. Con la direzione della fotografia di Laurent Dailland La corte conta sulle interpretazioni di Fabrice Luchini (coppa Volpi al festival di Venezia 2015 per il ruolo) e di Sidse Babett Knudsen, impegnati rispettivamente nei panni di Michel e Ditte. A spiegare intenzioni e origini del film sono le parole dello stesso regista: «La corte nasce dal desiderio di tornare a lavorare con Fabrice Luchini dopo 25 anni. Parlando con il mio produttore, appassionato di casi giudiziari, abbiamo pensato alla storia del presidente di una Corte d’Assise, vestito di rosso e con il colletto di ermellino, e vedevamo Fabrice nella parte. Non conoscevo però nulla dell’universo giudiziario e ho di conseguenza iniziato a frequentare le aule di tribunale. Ho scoperto così che il tribunale in fondo è come un piccolo teatro, con il suo pubblico, i suoi attori, la sua drammaticità e il suo dietro le quinte. Ma è anche un luogo di discorsi, in cui l’oratoria funge da arte indispensabile …

Commenti disabilitati


Gemma Bovery – venerdì 19 maggio 2017 ore 20.45
venerdì 12 maggio 2017, 22:13
Filed under: Cinemapiù 34,Video

Francia 2014 99’
di: Anne Fontaine
con: Gemma Arterton, Fabrice Luchini, Jason Flemyng, Elsa Zylberstein

Martin è un parigino bohémien riciclatosi, più o meno volontariamente, come panettiere in un paesino della Normandia. Delle sue ambizioni di gioventù gli rimane una fervida immaginazione e una passione mai sopita per la grande letteratura, in particolare per le opere di Gustave Flaubert. Questa passione si risveglia quando una coppia di inglesi, dai nomi curiosamente familiari, si trasferisce in un rustico nelle vicinanze. I nuovi arrivati si chiamano Gemma e Charles Bovery, e persino i loro comportamenti sembrano imitare gli eroi di “Madame Bovary”. Martin si prodiga affinché il destino della coppia non segua la stessa trama, ma la bella Gemma Bovery non ha letto i classici della letteratura e intende vivere la propria vita come più le piace.
Il Morandini

Commenti disabilitati


Confidenze troppo intime – venerdì 12 maggio 2017 ore 20.45
venerdì 21 aprile 2017, 22:08
Filed under: Cinemapiù 34,Video

Confidences trop Intimes   Francia   2003   104’
di: Patrice Leconte
con: Sandrine Bonnaire, Fabrice Luchini, Molly Picon, Michel Duchaussoy

Un consulente fiscale si trova un giorno dinanzi una cliente inattesa che gli racconta dei propri problemi di coppia. La donna lo ha scambiato per uno psicoanalista che ha lo studio accanto. L`uomo è affascinato da questa situazione e non rivela la verità. La donna la scoprirà da sola ma continuerà a confessarsi con lui. Questo è il plot di base del film di Leconte che, dopo L’uomo del treno torna a dirigere una coppia di attori ad altissimo livello per una storia che tratta, ancora una volta in modo originale, le attese, i sogni e i bisogni di uomini e donne. Lo fa grazie a un controllo totale della sceneggiatura e a una luce che rende gli spazi difficili da abitare ma al contempo “intimi”. Il nale è, come spesso accade a questo autore, un po` troppo spiegato ma si tratta di un peccato veniale. Ancora una volta Leconte ha saputo colpire al cuore.
Il Morandini

Commenti disabilitati



arci